fbpx

Perché il mercato libero energetico è slittato al 2020?

Volete sapere perché il definitivo passaggio al mercato libero energetico è slittato al 2020? Questa è una domanda che si pongono in molti. Proprio per questo, oggi vi daremo alcune importanti informazioni a riguardo.

La prima cosa che dovreste sapere è che, inizialmente, il mercato di maggior tutela sarebbe dovuto sparire a luglio 2019. Tuttavia, la Commissione Affari Istituzionali del Senato ha rimandato la scadenza di un anno: al primo luglio 2020. Entro questa data, tutti gli italiani dovranno passare ad un fornitore del mercato libero. 

Le peculiarità del mercato libero energetico

Per capire perché il mercato libero energetico è slittato al 2020, è utile partire da un presupposto: anche se il cambiamento fa un po’ paura, la verità è che sono tantissimi anni che abbiamo la possibilità di mettere da parte il mercato di maggior tutela e di optare per offerte più convenienti. 

Il mercato libero permette infatti di passare ad un altro fornitore, scegliendo tra le varie tariffe quella che si addice di più alle proprie abitudini di consumo. Nonostante questo, la maggior parte degli italiani ha gli stessi operatori da più di 10 anni. Sono rimasti al mercato libero circa il 34% dei consumatori per l’energia elettrica e circa il 40% per il gas.

Allora perché il passaggio definitivo al mercato libero energetico è slittato fino al 2020?

È semplice: data la situazione ancora molto lontana da quello che ci si aspetterebbe, la Commissione Affari Istituzionali del Senato ha preferito rimandare, proprio per dare agli italiani più tempo per cercare e trovare la soluzione migliore per i propri immobili. Se anche voi non avete ancora trovato la vostra strada, non esitate a contattarci per una consulenza personalizzata e senza impegno!