fbpx

Mercato libero: salta il temuto rinvio al 2022

Con l’approvazione della nuova Legge Finanziaria 2020, salta il rinvio inizialmente previsto per l’abbandono del mercato tutelato delle utenze domestiche. Pertanto, da luglio 2020 scomparirà il mercato di maggior tutela, lasciando spazio al mercato libero e alle sue numerose offerte. Ecco cosa c’è da sapere a riguardo.

Che cosa cambia da luglio 2020

Da luglio 2020, se non ci saranno altri rinvii da parte del Governo, tutte le utenze domestiche e intestate alle imprese che sono ancora nel mercato a regime tutelato dovranno entrare necessariamente nel mercato libero. Dovranno dunque scegliere uno dei tanti operatori che in questo ultimo periodo hanno ricevuto l’autorizzazione ministeriale all’esercizio. 

In questi mesi, perciò, molti utenti dovranno acquisire una maggiore consapevolezza riguardo alle possibilità offerte dal libero mercato e lasciare da parte quella resistenza al passaggio dovuta al timore di spendere di più. Infatti, la verità è che questo cambiamento permette di risparmiare, optando per una tariffa più affine alle proprie abitudini di consumo e per offerte a dir poco interessanti.

Quali sono le offerte e le opportunità di risparmio

Secondo recenti statistiche riportate nel portale ARERA, sono circa 770 le offerte attivabili per l’energia elettrica. Quelle relative all’utenza del gas sono invece 887. 

Ad oggi, le utenze a costo fisso proposte dal mercato libero sono state preferite rispetto a quelle a costo variabile, in quanto ritenute spesso più convenienti. Queste offerte rappresentano circa il 57% del totale per l’energia elettrica e il 50% nel settore della fornitura di gas. Pertanto, sicuramente potrete trovare anche la tariffa più adatta a voi e alle vostre abitudini di consumo. Vi invitiamo a visionare le offerte di Bergamo Gas e Luce per la casa, il condominio e l’impresa.