fbpx

Mercato libero: le informazioni necessarie per la scelta

Come ben sapete, da luglio 2020 il mercato di maggior tutela sparirà, lasciando il posto al mercato libero dell’energia. Questo processo è iniziato con il Decreto Bersani (Decreto Legge n. 79 del 16 marzo 1999), che ha previsto la liberalizzazione del mercato, idonea per andare incontro alle direttive europee dedite alla realizzazione di un mercato energetico comunitario. I veri cambiamenti sono arrivati però nel 2007, con l’attuazione della Direttiva UE 54.

Grazie a questa riforma, gli italiani hanno avuto a disposizione due tipologie di mercato, che sono appunto quello di maggior tutela e il mercato libero. La principale differenza tra i due è data dalle tariffe: nel caso del mercato libero sono basate sulla libera concorrenza e sulle specifiche esigenze dei consumatori, mentre in quello tutelato è l'Autorità (ARERA) a stabilire trimestralmente i costi dell’energia.

Le opportunità offerte dal mercato libero

Come avrete compreso, il mercato tutelato propone tariffe ben differenti rispetto a quelle proposte dal mercato libero. Quest’ultimo si basa infatti sulla concorrenza: ogni compagnia sceglie i propri prezzi analizzando i costi degli altri fornitori e cercando sempre di offrire al cliente tariffe più convenienti. Questo si traduce in risparmio e in un’ampia gamma di offerte da valutare, tra le quali ogni italiano può scegliere quella che reputa più conveniente e adatta alle proprie abitudini di consumo.

Altri dettagli da non sottovalutare

Il passaggio al mercato libero non prevede costi inattesi, né tantomeno la sospensione della fornitura. Inoltre, è utile considerare che sarà la compagnia scelta ad occuparsi della maggior parte delle procedure amministrative inerenti alla recessione dal vecchio contratto e alla sottoscrizione di quello nuovo. Questo significa che il consumatore potrà risparmiare in breve tempo, ma anche delegare tante incombenze.

Infine, è importante sapere che chi non avrà eseguito il passaggio entro la scadenza prevista nel 2020, passerà automaticamente al “servizio di salvaguardia”, che però non sarà accompagnato dai costi convenienti e concorrenziali tipici del mercato libero.

Questi sono sicuramente dettagli da tenere bene a mente per poter effettuare la scelta giusta in breve tempo. Vi invitiamo dunque a scoprire le nostre tariffe per la casa, il condominio e le imprese. Non esitate a contattarci per ottenere ulteriori informazioni!

Come ben sapete, da luglio 2020 il mercato di maggior tutela sparirà, lasciando il posto al mercato libero dell’energia.