fbpx

La Tari nella bolletta della luce

La nuova Legge di Bilancio prevede che la Tari venga inclusa nella bolletta per l'energia elettrica, in tutti i comuni in cui prevalgono difficoltà economico-finanziarie. Questo cambiamento è stato elaborato allo scopo di ovviare al problema dei mancati pagamenti.

Pertanto, se avete sentito parlare di questa novità, sappiate che probabilmente andrete a pagare, ogni due mesi ed unitamente alla vostra bolletta della luce, anche questa nuova imposta. L’importo dovrebbe ammontare a circa 40 euro ogni bimestre. Con questi presupposti, andiamo a vedere nel dettaglio le informazioni relative alla Tari nella bolletta della luce.

Altre specifiche presenti nel testo della Legge di Bilancio

Secondo le normative attuali, i comuni coinvolti potranno prendere degli accordi diversificati con le imprese fornitrici di energia elettrica. In alcuni casi, si potrà arrivare ad ottenere la possibilità di effettuare pagamenti semestrali o quadrimestrali. Ad ogni modo, includendo la Tari nella bolletta della luce verrebbe scongiurata l'eventualità del mancato pagamento da parte dei cittadini, come è avvenuto per il canone Rai.

I criteri che regoleranno il pagamento della Tari saranno gli stessi previsti per l'imposta sui rifiuti 2019. Il versamento di quest’ultima è obbligatorio per tutti coloro che producono rifiuti nel Comune in cui risiedono o hanno il domicilio, sia a titolo abitativo sia ad altro titolo (come nel caso di aree scoperte), purché ovviamente non si tratti di pertinenze agli immobili già tassati.

Se si detiene invece un immobile per un periodo inferiore ai 6 mesi, il pagamento della Tari spetterà al proprietario dello stesso.

Come viene calcolata la Tari nella bolletta della luce

Proprio come accaduto finora, la Tari comprende una parte di quota fissa, relativa ai metri quadri dell'immobile e ad altri costi che non sono suscettibili di variazioni in breve tempo, ed una parte di quota variabile, che dipende invece da quanti rifiuti vengono prodotti.

Ad ogni modo, è utile considerare che le discussioni relative a questo cambiamento sono ancora in corso. Pertanto, faremo del nostro meglio per tenervi aggiornati.