fbpx

In quali aree si utilizza la luce nel condominio?

Avete sentito parlare di “parti comuni”? Sicuramente sì, soprattutto se abitate in un palazzo dove sono presenti diversi residenti. Sono proprio queste le aree in cui si utilizza la luce nel condominio, a beneficio di tutti i condomini. Ma quali sono esattamente queste parti? A chi spetta il pagamento delle relative bollette? Entriamo nel dettaglio.

Le parti comuni del condominio

Grazie ad un elenco del Codice civile, sappiamo che le parti comuni sono tutte quelle aree del condominio di cui possono usufruire tutti i residenti, anche in mancanza di proprietà esclusiva. Tra queste troviamo:

  • ingresso o atrio;
  • scale; 
  • aree parcheggio;
  • portineria;
  • ascensori;
  • lavanderie;
  • sottotetti e locali similari.

Così come tutti i condomini ne usufruiscono, ognuno di essi è tenuto al pagamento delle relative utenze, tra cui troviamo appunto quella inerente all’energia elettrica. 

Come avviene la suddivisione degli importi e come si può risparmiare?

Gli importi delle bollette condominiali possono essere suddivisi in base ad uno specifico criterio di proporzionalità determinato dalla legge, ovvero grazie all’uso dei millesimi. Oltre a questo metodo, è possibile eseguire la suddivisione in altri modi, che devono però essere specificati all’interno del regolamento condominiale, del contratto di locazione o di altri validi accordi scritti. In alcuni condomini, ad esempio, viene richiesta ai residenti una quota fissa mensile per il condominio, grazie alla quale vengono pagate tutte le bollette e le spese condominiali.

Per poter risparmiare su questi importi, è possibile affidarsi al mercato libero, che propone offerte convenienti e competitive. Con questi presupposti, vi invitiamo a visionare le offerte proposte da Bergamo Gas e Luce. In alternativa, potrete contattarci per ottenere una consulenza personalizzata e senza impegno. Con noi si sceglie, si cambia e si risparmia!