fbpx

E se non passi al mercato libero entro il 2020?

Nonostante la data del passaggio al mercato libero di luce e gas sia slittata al primo luglio del 2020 (ovvero di un anno esatto rispetto alla precedente scadenza), è giusto che siate preparati e ben informati, in modo da poter agire con un netto anticipo. A cosa si andrà incontro? Come potrete districarvi nella scelta da compiere nel prossimo futuro? E, inoltre, cosa succederà a chi non avrà cambiato gestore in tempo?

Nessuna preoccupazione, ma tante soluzioni

Chiaramente, chi non avrà cambiato gestore in tempo non rimarrà di certo senza energia elettrica o senza gas. Tuttavia, non è detto che il passaggio automatico risulti conveniente. Infatti, nello specifico, è utile sapere che il mercato tutelato verrà abolito, lasciando il posto al mercato libero.

Chi non effettuerà alcuna scelta, resterà senza fornitore e passerà automaticamente al servizio di salvaguardia. Il problema è che, in questo caso, non si potranno scegliere le offerte più adatte alle proprie esigenze e ci si potrà ritrovare con un costo leggermente maggiorato rispetto al mercato libero.

Per questi motivi, la soluzione migliore è prendersi il tempo per cercare un nuovo fornitore ed eseguire il passaggio prima della scadenza nel 2020. Le tariffe tra cui scegliere sono tante e la convenienza non manca.

Come scegliere il nuovo gestore?

Per effettuare la scelta del gestore a voi più adatto, potrete utilizzare il sito di Arera (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambienti), andando sulla sezione consumatori e poi su "portale offerte". Nella scelta del nuovo gestore, non dimenticate di leggere attentamente le condizioni contrattuali.

Per semplificare la procedura, potrete contattare i consulenti di Bergamo Gas e Luce: siamo a vostra disposizione per fornirvi dettagli, soluzioni personalizzate e offerte convenienti e trasparenti, sia per quanto riguarda la fornitura del gas che per quella dell’energia elettrica. Vi aspettiamo!