fbpx

Come scegliere il nuovo fornitore per gas e luce?

Se non fate parte del 46% degli italiani che sono già passati al mercato libero dell’energia elettrica e del 50% di coloro che sono passati al mercato libero del gas, sicuramente dovrete trovare a breve un nuovo o due nuovi fornitori. Questo sarà importante soprattutto in vista della scadenza del 1° luglio 2020, data dopo la quale il mercato di maggior tutela non esisterà più. Con questi presupposti, oggi rispondiamo ad una domanda che si stanno facendo numerosi italiani: come scegliere il nuovo fornitore per gas e luce?

L’analisi delle proprie esigenze

Di certo non è facile scegliere il nuovo fornitore per gas e luce, e soprattutto non è facile trovare quello giusto. Infatti, il mercato libero propone numerose offerte, con tariffe variabili o fisse. È stato riscontrato che, selezionando quella migliore in base alle proprie esigenze, è possibile riscontrare un cospicuo risparmio fin dai primi mesi. Non a caso, sono molti gli italiani che si dicono soddisfatti dopo il loro passaggio dal mercato tutelato al mercato libero. 

Prima di fare una scelta, però, si dovranno analizzare le proprie abitudini di consumo: quali sono gli orari in cui le utenze vengono sfruttate maggiormente all’interno dei vostri ambienti domestici e/o lavorativi? Questo dato potrà aiutarvi a scegliere il nuovo fornitore per gas e luce, e anche la tariffa migliore.

La ricerca del fornitore

Attualmente, per eseguire il passaggio nel miglior modo possibile, è opportuno iniziare con una ricerca online. Sul web troverete fornitori, tariffe e tutte le informazioni necessarie, contatti compresi. Potrete scaricare informative da leggere con calma e anche approfittare di offerte decisamente convenienti. Per ottenere una lista dei migliori fornitori potrete avvalervi del sito di ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente). Per quanto riguarda la zona di Bergamo e provincia, potrete senz’altro considerare le nostre offerte e richiederci una consulenza gratuita e senza impegno.